20° Rassegna di Teatro Sociale

Altre Espressività

Il CISI - Consorzio Isontino Servizi Integrati - da venti anni propone una interessante rassegna teatrale che non è solo un "evento sociale", ma - data l'importanza delle compagnie coinvolte - è vero teatro e vero spettacolo, nell'accezione più ampia. La creazione di una idea comunicativa per questa iniziative è una operazione per noi divertente e stimolante.
Case study

Il teatro può essere anche leggero.

Il teatro è un tentativo di descrivere la vita.
Nella vita reale ogni persona è un sistema complesso di emozioni,
stati d’animo, pensieri, desideri, impulsi.
Non ci sono persone sempre felici, o sempre cattive, o sempre generose.
Il teatro fornisce una chiave di lettura semplificata alla vita reale:
tenta di scomporre la complessità di persone reali in “stati” più semplici,
creando le “maschere” (reali o metaforiche) indossate dagli attori.
Ognuno può riconoscere momenti di sè nei personaggi teatrali.
Ma solo la sovrapposizione dei caratteri teatrali può creare
una persona “completa”.
CONCEPT

Il segno e il significato

Il teatro, come ogni altra forma d'arte, costituisce un filtro e un tramite tra l'interiorità dell'artista e la sfera percettiva dell'interlocutore a cui questi si rivolge. 

Nel teatro l'atto di comunicare si esplicita in forme, intenzioni e linguaggio ( verbale, visivo, cinetico ). 

A maggior ragione quindi - poiché il teatro costituisce una forma di comunicazione molto evoluta - la "Comunicazione" del teatro stesso deve essere ancora più consapevole e attenta nel creare una "senso" tra significante e significato. 

La ricerca che ci ha portati alla definizione dell'immagine della rassegna ha spaziato tra molte forme e molti stili comunicativi, alla ricerca del giusto "segno" che potesse trasmettere l'essenza dell'evento. 

Di seguito alcuni degli esperimenti e delle strade intraprese durante questo percorso. 
La campagna

Diversamente comunicazione

La comunicazione deve essere sempre adeguata al contenuto. Ed una rassegna di Teatro Sociale è un oggetto particolare, che ha bisogno di un approccio delicato. L'attività di Ufficio Stampa ha coinvolto gli organi di stampa e i media del territorio affinché l'iniziativa e gli appuntamenti in essa proposti ottenessero la massima visibilità, ma senza la spinta di una proposta commerciale. Suggerire è meglio che imporre. Accogliere è meglio che ricevere.